Week-end alla scoperta dei segreti della moda

La bottega fiorentina di Stefano Bemer partecipa a ApritiModa
La bottega fiorentina di Stefano Bemer partecipa a ApritiModa

Sabato 23 e domenica 24 ottobre torna in tutta Italia ApritiModa, un viaggio negli atelier di brand famosi e laboratori dell’eccellenza artigianale. Oltre 80 appuntamenti per scoprire l’arte del saper fare italiano.

Con visite gratuite a prenotazione obbligatoria sarà possibile entrare in palazzi storici, vecchie fabbriche reinventate, per incontrare i protagonisti e accedere a luoghi e conoscenze tradizionalmente nascoste al pubblico.

Tra l’altro, sarà possibile vedere l’orditoio realizzato su disegno di Leonardo da Vinci dell’Antico Setificio Fiorentino e i profumi artigianali di Aquaflor; i broccati realizzati per la Casa Bianca dalla Tessitura Bevilacqua di Venezia, gli abiti del Settecento veneziano all’Atelier Nicolao; il Cappellificio Cervo nel biellese, dove nascono anche i cappelli degli alpini, e, alle porte di Alessandria, la manifattura Borsalino, dove i cappelli resi immortali dal cinema sono ancora fatti a mano con 52 passaggi.

Ancora: a Napoli il Guantificio Omega, i cui guanti finiscono sulle vetrine della quinta strada a New York e poco lontano le sete preziose che danno vita alle cravatte di Cilento 1780; a Torino l’Ombrellificio Torinese, che da 130 anni fa gli ombrelli a mano con straordinaria maestria; a Zoagli, nella Riviera Ligure di Levante la Tessitura artigianale Giuseppe Gaggioli dove damaschi, velluti e tele di seta prendono spazio sui telai; sempre in provincia di Genova, a Lorsica, la Tessitura de Martini che ha costruito e brevettato un telaio unico al mondo, capace di riprodurre oggi gli stessi filati che secoli fa venivano tessuti a mano.

Poi, certamente, i nomi conosciuti nel mondo, a cominciare da Giorgio Armani a Palazzo Orsini nel centro di Milano dove nei saloni affrescati vengono presentate le collezioni di alta moda; la factory toscana di Dolce & Gabbana, tra i primi a valorizzare il lavoro degli artigiani, uno spazio unico dove si trovano i laboratori creativi; e Fratelli Rossetti, la fabbrica delle scarpe alle porte di Milano che per prima ha portato il Made in Italy a New York.

Qui l’elenco completo.

Week-end alla scoperta dei segreti della moda - Ultima modifica: 2021-10-20T16:45:17+02:00 da webfactory

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here